lunedì 28 giugno 2010

Pizza di moh

Ieri invece avevo voglia di pizza, dato che da quando sono vegano non l'ho più mangiata, ho deciso di prepararmela in casa.
per l'impasto ho usato:

Farina 200g
Lievito
Sale
Olio di oliva
Acqua 2bicchieri

Ho impastato il tutto ed ho tirato la pasta.
tirata la pasta, mi serviva qualcosa per far la forma, allora mi sono servito di un vassoio tondo il quale ho appoggiato sopra la pasta per prenderne la forma, ho tirato via i bordi e hosollevato il vassoio ecco qua.


Per condirla ho usato poi:

1 Pomodoro
Sugo all'ortolana
Rucola
Basilico

Ho usato del sugo all'ortolana perchè in casa non avevo la passata, comunque è molto buono.
Messo il sugo ho messo i pomodori tagliati a fettine, qualche foglia di rucola e una spolverata di basilico.


l'ho infornata e lo fatta cuocere 2o minuti circa a 180 gradi ed ecco qua.


Buonissima.


Insalata di riso



Domenica avevo voglia di mangiare del riso, ma non di risotto col caldo che fa, ho deciso dunque di farmi un' insalata di riso o come qua diciamo del "riso freddo".
Come ingredienti ho usato:

Riso carnaroli 400g
Pomodori 4
Carote 2
Rucola

Verdure in scatola:
Piselli
Fagiolini
Fagioli
Funghi chiodini

allora ho fatto cuocere il riso in acqua bollente per 15 min assieme alle 2 carote precedentemente spelate.
L'ho scolato e l'ho fatto raffreddare.
Ho preso le due carote e le ho tagliuzzate a pezzettini.
Mentre il riso raffreddava ho tagliato dei pomodori, li ho messi in una padella e li ho fatti soffriggere con olio di oliva, del pepe nero, curry e altre spezie a piacere.


Per affrettare il raffreddamento del riso, mentre esso era ancora nello scolapasta l'ho passato con dell'acqua fredda.
Fatto questo l'ho messo in una vaschetta grande e ho cominciato a condirlo.
Inanzitutto ci ho messo il mio soffritto di pomodori, i miei pezzetti di carote, ho aperto poi le scatolette di fagiolini, fagioli, piselli, e funghi e le ho svuotate dentro.
Ho preso in seguito delle foglie di rucola e le ho spezzettate dentro.
Infine ho mescolato il tutto et voilà l'insalata di riso è pronta.

venerdì 25 giugno 2010

Gnocchi di patare con salsa di noci e mandorle

Oggi ho voluto preparare un primo piatto, non mi anda
va di mangiare della pasta allora ho optato per gli gnocchi, i quali non volevo farli semplicemente in bianco o con del sugo di pomodoro dunque ho voluto provare a fare una salsa di noci e mandorle.
Gli gnocchi non li ho fatti in casa, ma erano quelli del supermercato fatti con:

Purea di patate
Farina
Sale

ne ho messi a bollire un sacchetto


Mentre bollivano ho preparato la salsa che ho preparato con:

Noci, un pugno e mezzo
Mandorle, un pugno
Latte di soia, un bicchiere
Pane, un pezzo
Prezzemolo
Pepe
Curry

Ho preso un bicchiere di latte di soia e chi ho messo un pezzetto di pane
dentro, ammorbidirlo.
Ho preso una manciata di noci e una di mandorle le ho messe in un piccolo frullino con il latte di soia, il pane, un poco di prezzemolo , una spolverata di pepe e una di curry.
Ho frullato il tutto.



Bhè sì non ha un bel aspetto.
Comunque, dopo di che ho tirato fuori gli gnocchi, pronti, ho preso una padella e ho fatto rosolare del dado vegetale con un dell'olio di oliva, ci ho buttato dentro la salsa che ho girato un po' e poi gli gnocchi.



La pappa è pronta, l'ho servita poi nei piatti.
Che buona!

mercoledì 23 giugno 2010

Torta alle pesche, mele e alla confettura di albicocche



Ieri pensavo di aver finito, ho fatto la mia torta del giorno e basta, invece mi sbagliavo, come è che arriva il biondo e mi dice attraverso una frottola che dovevamo fare un una torta.
Svogliatamente ho dovuto accettare ma ne è valsa la pena.
Allora per questa torta abbiamo usato il nostro solito impasto:

Farina 200g
zucchero 150g
Lievito 2 bustine
Latte di soia un bicchiere
Un po' di olio di semi
Zeste di limone
Cannella

Farcitura:
Confetture d'albicocche
Mele a fette
Pesche a fette

Diciamo che l'ha fatta tutta Ste questa torta perché io non ne avevo la minima voglia, tutto il pomeriggio a tirare la pasta per la crostata e a pulire la cucina; che per di più stamattina l'ultima fettazza di crostata era sparita.
Fatto l'impasto l'abbiamo come al solito versato nella teglia unta e infarinata e ci abbiamo aggiunto la confettura che abbiamo buttato dentro con minima cura.
Tagliate le pesche ha fette sono state poggiate sul contorno mentre
quelle di mela nel centro con vari pezzettini di entrambi i frutti disposti proprio in mezzo.
Ed ecco qua la foto:



L'abbiamo come al solito infornata a 18o° gradi per 35 minuti ed ecco qua:

Che ne dite? bhè è stata poi decorata con delle noci, intorno delle fettine di limone e spolverata con zucchero a velo, buonissima.

martedì 22 giugno 2010

Crostata alla marmellata di albicocche

La torta dell'altro giorno purtroppo non è durata molto, sarebbe durata meno ma mi
sono anche trattenuto nel mangiarne tanta.
Oggi però ho voluto provare a preparare della pasta simile alla frolla ma senza uova, burro e latte.

Allora ho preso una bastardella e ci ho messo:

Farina 300/250 g
Zucchero 5/6 chucchiai
Latte di soia 120ml
Olio di oliva 70ml
Mandorle tritate finemente
Zeste di limone
Cannella

Aggiungendo le mandorle tritate nell'impasto, il quale ho dovuto lavorare a mano per 5 min, ho fatto una specie di pasta frolla alle mandorle che in seguito ho tirato col matterello


Tirata bene la pasta l'ho messa in una teglia unta e infarinata, l'ho poggiata bene nella teglia e l'ho riempita di marmellata di albicocche.
Dopo questo ho tirato dell'altra pasta e ho tagliato delle striscioline che ho appoggiato sulla torta appunto per far la classica griglia della crostata.
infine ho infornato ha 180° per 40 minui.
Ed ecco il risultato mi si è bruciacchiata un po' dunque l'ho impolverata di zucchero a velo, mi si era anche rotto un pezzo mentre la toglievo dalla teglia allora ho direttamente tagliato una fetta però non male.

lunedì 21 giugno 2010

Torta alle prugne mele e amarene

Durante i pomeriggi, e non solo, come passatempo adoro cucinare.
In realtà non è la mia passione ma è utile come rimedio alla noia.
è divertente anche perché da vegano che sono mi piace inventare ricette, prendere spunti di qua e di là, mettere questo al posto di quello, insomma liberare la mia creatività.
In questo periodo continuo a sfornare torte ne faccio tipo 2 o 3 alla settimana, tutte queste senza uova e senza burro e senza latte di mucca ed è sorprendente perché escono molto buone.
Ieri pomeriggio volevo fare una torta di prugne, prendendo spunto da una ricetta che ho trovato in giro.
Ho cominciato a tagliare le prugne a pezzettini e le ho fatte asciugare cospargendole con un po' di farina.
Mentre le tagliavo è arrivato un mio amico, il quale si è offerto di darmi una mano, ovviamente non dubito della sua bravura in cucina dato che fa l'alberghiero e lavora già come cuoco.
Abbiamo preparato l'impasto a base di:

Zucchero(circa 100/150g)
Farina (dai 100 ai 200g)
Olio di semi (mezzo bicchiere)
Latte di soia (un bicchiere e mezzo)
Lievito

Per aromatizzare un po' di zeste di limone grattugiata e un pizzico di cannella in polvere.
Abbiamo versato l'impasto nella teglia unta con olio e infarinata, operazione svolta da Stefano dato che a me non esce molto bene.
Un'idea gli passava nella testa, dato che avevo a disposizione molta frutta gli è venuto in mente di fare una torta non solo di prugne, dunque abbiamo messo le prugne sull'impasto lasciando uno spazio vuoto in mezzo che abbiamo riempito con fette di mela.
In seguito è venuta a me un idea, creare un altro impasto e mettercelo sopra chiudendo così il tutto.
Detto fatto, con gli stessi ingredienti di prima ma per aromatizzare ora abbiamo usato delle foglia di menta tritate.
Depositato questo secondo impasto nella teglia l'abbiamo farcito con altre fette di mele sui bordi e al centro fette di amarene poi spolverato il tuttocon dello zucchero.

Ed ecco qua la foto della torta ancora da infornare:



L'abbiamo infornata a 180° per 35/40 minuti.
Mentre era nel forno dato che non assumo uova e latte, Ste ha ideato una salsina, o meglio una specie di sciroppo:

Pesche a fette
Amarene
Limone
Zucchero
Farina

La frutta è stata spremuta da ottenere un succo addolcito con un po' di zucchero, messo in un pentolino e scaldato un po' e aggiunta della farina non molta e infine filtrato in una piccola salsiera.
Pronta la torta grazie all'abilità di Ste l'abbiamo tolta dalla teglia e cosparsa di zucchero a velo più decorazione, ed ecco il risultato :

Beh sì l'aspetto non è un gran che ma vi assicuro che una fetta di questa torta accompagnata allo sciroppo è deliziosa.
Delizia innocente, ottenuta senza aver far soffrire un essere vivente.



domenica 20 giugno 2010

Benvenuto

Buongiorno a tutti, mi do il benvenuto da solo in questo nuovo blog che sto per creare.
Eating V si occuperà di riportare ricette e foto di piatti e cibi vegani, dunque solo ed esclusivamente a base di frutta, verdura, legumi, cereali che ogni tanto mi piace preparare.